Ritardo Sincrono di Livello per Estratto

RSL-E – (Ritardo Sincrono di Livello per Estratto)

Il tradizionale Ritardo Cronologico e’ noto a tutti gli appassionati, e rappresenta da sempre il modo più semplice con il quale si calcola l’anzianità di una combinazione. Brevemente, si conta dal momento del sorteggio di una formazione numerica, fino alla successiva uscita della stessa. I livelli raggiunto per il gioco dell’estratto sono ragguardevoli, e l’impostazione di attenzione solamente di questo valore può risultare pericolosa, anche per quelle combinazioni prossime al loro massimo storico.

Ci sono tuttavia dei modi per ovviare a questi inconvenienti, e uno di questi, legato al sincronismo, è il Ritardo Sincrono di Livello. Noto anche come ritardo di riga, lo si determina in base ai vari sfaldamenti che interessano l’originaria CS. Per quanto riguarda la sorte di estratto i Livelli di Ritardo Sincrono possibili sono cinque. In presenza della CS ancora integra avremo un RS di 5° livello, che coinciderà sempre con il ritardo cronologico. Quando poi si passa al 4°, 3°, 2° e 1° livello, il Ritardo Sincrono sarà sempre inferiore al Ritardo Cronologico. Via via che avvengono dei sorteggi riguardanti questo sincronone il livello di ritardo scende fino ad arrivare al livello nullo, quando anche l’ultimo numero facente parte dell’aggregato sincrono sarà stato estratto.

Questo tipo di ritardo s’inizia a contare dal momento in cui una formazione di numeri sincroni passa a un livello inferiore fino al sorteggio di uno o più elementi facenti parte del rimanente gruppo. Il livello di ritardo è facilmente rilevabile consultando il tabellone analitico e contando i numeri ancora presenti in una certa riga. Ricordiamo, a beneficio dei meno esperti, che siamo nell’ambito della ruota singola.

Nella tabella seguente riportiamo i max storici registrati per la sorte di estratto dal 1871 fino al 17.12.2009, in modo da poter effettuare dei confronti tra queste due forme di ritardo.

Rit. Cron. Max. Storico Rit. Sincrono Max. Storico
1 numero 204 1° livello 175
2 numeri 109 2° livello 99
3 numeri 71 3° livello 63
4 numeri 62 4° livello 53
5 numeri 49 5° livello 49

La prima cosa che salta all’occhio è come i ritardi massimi per quanto riguarda il ritardo sincrono siano ben inferiori a quelli registrati per il ritardo cronologico. Per quanto concerne il singolo numero è facilmente spiegabile dal fatto che quando in una riga di livello rimane l’ultimo numero, esso risulta già gravato da un certo ritardo cronologico. Queste due forme di ritardo, oltre ad essere delle statistiche separate, possono anche essere messe in relazione tra loro operando un confronto per mezzo dei rapporti.

(Aggiornamento al 12.03.2018)

Procediamo all’aggiornamento delle tabelle di cui sopra sempre dal 1871 fino al 12.03.2018.

Rit. Cron. Max. Storico Rit. Sincrono Max. Storico
1 numero 258 1° livello 235
2 numeri 109 2° livello 99
3 numeri 71 3° livello 63
4 numeri 62 4° livello 53
5 numeri 49 5° livello 49

(Aggiornamento al 30.12.2020)

Procediamo all’aggiornamento delle tabelle di cui sopra sempre con archivio dal 1871  fino al 30.12.2020, aggiungendo però anche data e formazioni generanti i max storici.

Rit. Cron. Max. Storico Data origine Formazione
1 numero 258 03.06.2015 57 (NZ)
2 numeri 114 14.04.2018 55.78 (TO)
3 numeri 71 30.10.1909

05.09.1992

16.06.2001

73.84.58 (TO)

53.01.49 (RO)

20.01.21 (GE)

4 numeri 62 05.09.1992 56.53.01.49 (RO)
5 numeri 49 08.03.1969 18.51.04.24.90 (VE)
Rit. Sincrono Max. Storico Data Formazione
1 ° livello 235 03.06.2015 57 (NZ)
2° livello 99 15.05.1943 32.68 (MI)
3° livello 63 30.10.1909 73.84.58 (TO)
4° livello 53 05.09.1992 56.53.01.49 (RO)
5° livello 49 08.03.1969 18.51.04.24.90 (VE)

Con l’aggiornamento del 30.12.2020 abbiamo deciso di “splittare” i contenuti relativi al rapporto RSL/RC in una nuova pagina, raggiungibile a questo indirizzo: Rapporto RSL/RC